Written by 05:06 Attualità, Melegnano, news, Politica

Elezioni comunali. Marina Baudi, candidata sindaca del polo progressista

Il nome in città girava da giorni, ma solo ieri mattina è stato ufficializzato. Marina Baudi è la candidata sindaca per il polo progressista formato da Sinistra per Melegnano, Insieme Cambiamo, Movimento 5 Stelle e Partito Democratico.

L’accordo politico che pareva impossibile alla fine è arrivato, c’è voluto del tempo, ma è arrivato e ha prodotto un risultato importante: quello di candidare una donna che proviene dal mondo associativo di Melegnano, che ha fatto della sua professione di medico di base la sua missione; una persona stimata, apprezzata nel lavoro e al di fuori di esso.

Una candidatura civica, non ascrivibile a nessuna forza politica della coalizione, ma che l’impegno sociale l’ha concretamente praticato nella sua attività di medico e nell’emergenza Covid in particolare, prestando assistenza diretta ai suoi pazienti. È un medico che crede fermamente nella sanità pubblica (tre settimane fa era in piazza a Milano a chiedere a gran voce la tutela della professione e del ruolo pubblico in materia sanitaria); una persona impegnata da sempre nel settore associativo (proviene dallo scoutismo), che non ha esitato un attimo, insieme ad altri, il 2 marzo scorso, a organizzare una manifestazione per la pace e contro la guerra in Ucraina.

La neo candidata, secondo quanto da lei affermato ieri mattina in piazza del Comune in occasione della presentazione, ha affermato di aver “accolto con gioia questa opportunità, una proposta che non potevo rifiutare. Una proposta che mi permette di mettermi in gioco in un ruolo diverso da quello che pratico da tanti anni”.

Nelle sue dichiarazioni sono riecheggiate più volte le parole “facciamo squadra”, “uniamo le forze”, “ridiamo bellezza a Melegnano”.

Nel suo intervento, oltre a ringraziare i partiti, i movimenti e le liste civiche che la sostengono per la fiducia, ha ribadito l’importanza dell’ascolto della città e dei suoi cittadini, della necessità di individuare le “sofferenze” dei melegnanesi, di prestare attenzione alla forbice sociale che si è allargata con la pandemia e ora con gli effetti della crisi ucraina, della necessità di dare ascolto ai giovani e alle associazioni locali. Serve, ha insistito, “fare rete”, “dare risposte concrete”, lavorare “per e con i cittadini” e spronare le “nuove forme di cittadinanza attiva per il bene comune”.

Con la presentazione della candidata del polo progressista, salgono a tre i candidati in lizza per le comunali del 12 giugno: Baudi, Bellomo, Bertoli.

 

(Visited 194 times, 1 visits today)
Close