Written by 14:09 Attualità, comitati, Melegnano, news

Viaggio tra i Comitati di quartiere. Al Giardino volontari cercasi. L’appello del presidente

di Fabio Guastamacchio, presidente del Comitato di quartiere Giardino

Il Comitato di quartiere Giardino nasce nel 2009, a seguito di una raccolta di firme di numerosi residenti preoccupati di alcune situazioni di degrado del quartiere. La zona Giardino aveva infatti bisogno di una maggiore protezione delle aree verdi, di una cura più adeguata delle strade e dei marciapiedi, di una maggiore sicurezza. Per questo i rappresentanti del Comitato intrapresero la strada del confronto con le autorità locali, ponendosi anche spesso in contrapposizione.

Negli anni sono state presentate una serie di proposte ancora oggi in sospeso, tra le quali quella di dotare il quartiere di almeno tre-quattro aree dedicate ai cani, recuperare la pista d’atletica dell’impianto sportivo in piazza Bianchi, riqualificare i parchi arricchendoli di giochi per i bambini, sistemare piazza dei Fiori e la piazzetta a lato della palazzina Trombini.

Tra le proposte è stata anche chiesta la possibilità di installare una casa dell’acqua e la chiusura al traffico serale del centro città – che offrirebbe innegabili benefici di carattere ambientale e rafforzerebbe la sicurezza stradale con la possibilità, per i pedoni, di passeggiare in tutta tranquillità -, potenziare i percorsi ciclo-pedonali e riqualificare in chiave urbana viale della Repubblica e la via Emilia (operazioni queste ultime che si stanno realizzando proprio in questo periodo).

Via Giardino

Le richieste avanzate dal Comitato si sono sempre mosse nell’ottica di una visione di città europea, che vedrebbe la presenza di un maggior numero di percorsi dedicati a ciclisti e pedoni e una circolazione viabilistica finalmente scorrevole. Il tutto completato dalla valorizzazione del patrimonio storico presente a Melegnano, a partire dalla palazzina Trombini e dal recupero delle aree dismesse, tra le quali l’ex distributore Tamoil, dove da tempo si parla di realizzare un parcheggio.

Nel corso di questi ultimi anni il Comitato ha assunto una forma sempre più sociale e dinamica, votandosi alle iniziative di natura socioculturale.

Tra i progetti intrapresi in questo ultimo periodo ci sono le feste di quartiere, le manifestazioni natalizie dedicate ai più piccoli, una delle quali, quella di due anni fa, si è conclusa con la donazione dell’abete al quartiere.

Via dei Pini

Ha riscosso un buon successo anche l’iniziativa Arte e Mestieri, una manifestazione storico-culturale che si è tenuta in diverse occasioni tra maggio e novembre dello scorso anno all’interno del cortile d’onore del Castello Mediceo: nell’occasione alcuni hobbisti locali hanno presentato i loro lavori manuali realizzati secondo le tradizioni.

Un momento importante della vita del Comitato è stata sicuramente l’edizione 2019 della Fiera del Perdono: in quell’occasione il Comitato ha ricevuto la benemerenza cittadina per i suoi dieci anni di attività.

Complice la pandemia in corso, il Comitato ha perso la spinta iniziale. In attesa di tempi migliori, il Comitato Giardino è alla ricerca di volontari che facciano ripartire le iniziative.

Le fotografie di questo articolo sono di ©Adriano Carafòli.

(Visited 358 times, 1 visits today)
Close