Written by 16:50 Attualità

Referendum costituzionale

Domenica 20 e lunedì 21 settembre i cittadini italiani saranno chiamati alle urne per il Referendum costituzionale confermativo in materia di riduzione dei parlamentari.

Il testo del quesito
«Approvate il testo della legge costituzionale concernente “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.240 del 12 ottobre 2019?».

Quando si vota
I seggi saranno aperti dalle ore 7 alle ore 23 di domenica 20 settembre e dalle ore 7 alle ore 15 di lunedì 21 settembre.

Lo spoglio
Completate le operazioni di voto, si procederà, nell’ordine, allo scrutinio relativo alle elezioni politiche suppletive, a quello relativo al referendum confermativo e successivamente, senza interruzione, a quello relativo alle elezioni regionali.

Gli italiani chiamati alle urne
Secondo i dati contenuti nell’ultima rilevazione semestrale, pubblicata sulla piattaforma Eligendo a cura della direzione centrale dei Servizi elettorali, sono 51.559.898 gli elettori chiamati ad esprimersi per il referendum costituzionale.

Norme anti-Covid
Tutti gli elettori dovranno recarsi al voto muniti (oltre a un documento di riconoscimento valido e tessera elettorale) di mascherina e indossarla nel rispetto delle normative vigenti. Analogo obbligo per i presidenti e gli scrutatori di seggio, che dovranno sostituire il dispositivo ogni quattro – sei ore e tutte le volte che risulti inumidito, sporco o renda difficoltosa la respirazione.
Come indicato, inoltre, nell’articolo 1 del decreto legge 14 agosto 2020, n. 103 “limitatamente alle consultazioni elettorali e referendarie dell’anno 2020, l’elettore, dopo essersi recato in cabina e aver votato e ripiegato la scheda, provvede ad inserirla nell’urna”.

(Visited 36 times, 1 visits today)
Close